Detossinare è sinonimo di disintossicare, significa liberarsi da ciò che intossica. Ma da cosa esattamente? Dalle sostanze tossiche, chiamate più semplicemente tossine.

La tossina è un veleno che si genera ogni volta che c’è una riproduzione cellulare. Di norma vengono eliminate dall’organismo attraverso organi specifici (fegato, reni, cute, intestino, polmoni); il corpo infatti per natura cerca sempre di espellere gli scarti prodotti dal metabolismo delle cellule. E ciascun organo ha in genere il compito specifico di eliminare determinate sostanze: ad esempio l’urea viene eliminata attraverso i reni, l’anidride carbonica attraverso i polmoni, il sudore attraverso la cute. Questo è ciò che avviene in condizioni ottimali, ma quando subentrano criticità che comportano l’insufficienza di uno di questi organi nel tentativo di drenare le scorie, entrano in aiuto gli altri, almeno in parte, per cercare di riportare l’equilibrio.

Ma cosa accade in caso di eccesso di scorie in un distretto? A livello locale si crea una carenza di ossigenazione, ovvero una condizione di ipossia che è una condizione patologica determinata da una carenza di ossigeno che può investire l’intero organismo (ipossia generalizzata) o una sua regione (ipossia tissutale).

Inevitabilmente tutti siamo coinvolti nella carenza ossigenativa più o meno accentuata, alcuni marginalmente, alcuni molto, altri moltissimo oltre ai soggetti predisposti geneticamente. Le cause che portano ad avere una carenza di ossigeno sono molteplici: invecchiamento, stress, stile di vita sedentario, cattiva alimentazione, alcool, tabagismo, inquinamento atmosferico e domestico, malattie varie e tutti gli stati infiammatori che non vanno mai sottovalutati.

La mancanza di ossigeno implica una sofferenza cellulare, ecco perchè è fondamentale che in tutti i distretti del corpo l’ossigenazione sia sufficiente, a maggior ragione nelle zone periferiche, come la cute e il cuoio capelluto, che vengono rifornite secondariamente rispetto agli organi vitali. Nel nostro settore, parlando di capelli, avere una buona ossigenazione e una corretta eliminazione delle scorie a livello periferico è fondamentale per la salute e la vitalità del capello, aiuta ad avere capelli più tonici.

Per detossinare la cute e il cuoio capelluto si interviene attraverso il Trattamento Detossinante che agisce per ridurre e facilitare l’eliminazione delle scorie metaboliche, scorie che per natura la circolazione periferica non riesce a eliminare completamente. Infatti, in caso di scarsa ossigenazione, le scorie faticano ad essere portate via dal sistema venoso e linfatico, anzi tendono a legare con le molecole di acqua formando degli aggregati. La detossinazione agisce rompendo i legami delle scorie e diminuendo la loro dimensione in modo che possono essere più facilmente assorbite dal sistema venoso e linfatico ed essere così eliminate. Purtroppo il risultato di una detossinazione non è immediatamente percepibile come un peeling, ha tempi più lunghi, ci vogliono da sei a otto mesi per vedere gli effetti sui capelli, entro un mese al massimo possiamo notare dei cambiamenti sul cuoio capelluto. Questo perchè l’azione della detossinazione è meno superficiale rispetto al peeling, ma i benefici che apporta sul lungo termine sono notevoli. 

MCP Staff