ETICHETTA

PERCHE’ NON TUTTE LE ETICHETTE SONO UGUALI

Avete mai letto l’etichetta dei prodotti della linea Oway che trovate in salone? Non è una missione impossibile, basta prestare un po’ di attenzione sulle informazioni illustrate. In un’etichetta possono essere riassunti diversi elementi comunicativi (una campagna stampa, uno stile..) che devono coesistere ed essere funzionali alla forma del prodotto. Una curiosità: il termine “etichetta” prende origine dalla parola spagnola “etiqueta” che per secoli indicava un antico cerimoniale di corte in Spagna, Francia e Italia e “stare all’etichetta” significava attenersi alle regole di un comportamento aristocratico. In un secondo momento la parola passò a designare il cartellino che si attacca ad un recipiente diventando attestato di garanzia. Nell’Ottocento poi con il moltiplicarsi dei prodotti aumenta il numero delle etichette a cui si aggiunge il gusto figurativo e decorativo. Oggi la maggior parte delle etichette hanno delle grafiche accattivanti ma spesso appaiono incomprensibili. Ecco a voi qualche suggerimento su come leggere l’etichetta dei prodotti della linea Oway che trovate nel nostro salone:

  1. Al punto 1 trovate l’elenco dei principali ingredienti biodinamici, biologici ed etici che caratterizzano la linea, selezionati accuratamente per l’azione benefica che esplicano sul tipo di capello a cui sono dedicati.
  2. E’ l’elenco delle materie prime che sono state bandite dalla formula perchè meno naturali e sicure.
  3. E’ riportato l’elenco, ingrediente per ingrediente, delle materie prime naturali e la loro tipologia e provenienza: (EO) oli essenziali, (B) da agricoltura biodinamica, (O) da agricoltura biologica, (FT) acquistato da commercio equo e solidale, (ND) di derivazione naturale.
  4. E’ il QR code per entrare direttamente al sito oway.it e scoprire altre informazioni, curiosità e approfondimenti.
  5. In questo riquadro è indicato il materiale di cui è composto il packaging.
  6. In quest’ultimo riquadro invece troviamo 3 icone: la prima indica che Oway ama gli animali e rispetta la natura. La seconda è un piccolo cestino dei rifiuti che ricorda di gettare l’imballo nell’apposito contenitore e non disperderlo nell’ambiente. Il terzo invece indica i mesi di conservazione del prodotto a partire dal momento dell’apertura.

Buona lettura! Vedrete quante notizie interessanti sono riportate in un’etichetta!

MCP Staff